___ info@francescofontanesi.it ___

Sandro Parmiggiani Sandro Parmiggiani

Si vanno ormai decantando il tumulto del colore e il groviglio delle forme che avevano segnato l’esordio di Francesco Fontanesi come pittore. C’era, dietro quell’enfasi espressionista, un’urgenza, una necessità vera di dire, di esprimersi, come se il desiderio della pittura fosse stato, dentro di lui, troppo a lungo compresso e sviato.
Non gli concede, tuttavia, tregua quella passione. Quell’esasperazione e quell’ansia delle forme paiono ancora segnare, almeno in parte, le figure-anche gli sfondi quasi oppressivi di un tempo hanno lasciato il posto al vuoto, con la superficie bianca della tela navigata da un puro segno sinuoso (l’amore del pittore per Matisse è evidente) -, o essersi trasferite nelle sculture in terracotta, talvolta colorate, cui Fontanesi ha cominciato a lavorare alcuni anni fa.
Nella pittura invece, quell’oscura tensione si è allontanata e sono venuti emergendo interni, che si aprono sul paesaggio, abitati dalla solitudine, o da muti reperti del passato, e , soprattutto, vedute di città. La linea aggrovigliata ha ceduto il passo alle esigenze della geometria, con quella scomposizione e quell’addensarsi delle forme dei piani introdotti dal cubismo.
L’introduzione del collage (carte colorate, frammenti di giornale con scritte) e la scelta di toni meno accesi determinano una visione meno concitata.
L’occhi, non più stordito e oppresso dall’irruenza e dalla forza del colore, più a lungo si posa sulla superficie dell’opera, inseguendo il disegno della matita che qua e là affiora, e le rime scandite dai tetti, dalle finestre, dalle facciate, dalle torri e dai campanili svettanti sulle nostre città emiliane. Sembra che Fontanesi le veda come un corpo raccolto su se stesso, coeso, ordinato nel disordine di una crescita spontanea ma sempre legata a condivise radici comuni: la memoria di una città antica che ritorna, che non muore.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi